15.4.08

a tiepido

osservazioni ed appunti sul post-voto:
  • è andata male, molto male, peggio di quanto ci si potesse immaginare;
  • 13,6 milioni di italiani preferiscono la speranza di un leader che offre improbabili tagli delle tasse (a quale prezzo? come nel 2005 col buco e i vari enti rimasti senza soldi?), nonostante il caso Mangano, tanto per ricordarlo...
  • altri 3 milioni di italiani hanno paura degli immigrati e/o apprezzano il federalismo fiscale; fin qui nulla di strano né di scandaloso; peccato che a loro votare Lega Nord non ha provocato né senso del ridicolo, né ribrezzo, né niente. Li han votati, nonostante tutto.
  • la Sinistra è scomparsa dal Parlamento; di chi è la colpa? l'astensionismo e la divisione (con Turigliatto e Ferrando) a mio parere non sono stati incisivi, semmai il "voto utile" al PD (che spiacente, ma il rischio Berlusconi giustificava ampiamente la turata di naso).

    • Pesano però gli errori della sinistra. Che cosa proponevano? della pace nel mondo, agli italiani che inseguono cali delle tasse, non gliene frega molto; la lotta al precariato, spiace dirlo, ma è evidentemente persa: col precariato dovremo conviverci, anche se si potrebbe far molto per migliorarlo; i toni da sinistra anni 80 fanno fastidio a molti, evidentemente; il messaggio che hanno dato, dicendo NO a tutto, li ha dipinti la zavorra dell'Italia.
      Cosa propone di positivo la Sinistra in Italia? vorrei risposte realistiche per una Italia di destra, perché la mente degli italiani è a destra, e per cambiarla passeranno tanti anni, altro che 5...
  • ed il PD?
    Sarà dura capire quanto il PD abbia guadagnato (o ha evitato di perdere) staccandosi dalla sinistra, anche se è lampante che il gongolarsi dei dirigenti del PD: "abbiamo preso 3 punti percentuale!" è molto idiota... li han tolti all'SA senza riuscire a guadagnarne dagli indecisi del centro (destra).
  • ora il PD dovrà, a mio parere, tendere di nuovo la mano a sinistra, lavorare per costruire qualcosa di credibile, produttivo e concreto.
    Spiegate perché i rigassificatori, spiegate perché il risanamento del debito, spiegate perché una politica delle case, spiegate perché no il nucleare, spiegate perché no la privatizzazione della sanità e del sistema previdenziale...
    E non fatelo in televisione, lì è regno di Berlusconi, non avete speranze: cambiano canale.
    Prendeteli nelle strade, riscoprite la militanza, il distribuire opuscoli e volantini, il voler convincere le donne all'uscita dal supermercato...
    Se il PD o la Sinistra vorranno farlo, con pacatezza e gentilezza, senza manifestazioni e simili, forse potremo recuperare voti. Ma tenendo a mente che sarà come chiedere "permesso", perché l'Italia è a destra.


Ok, se non fosse chiaro uso il blog per metabolizzare il colpo e non mettermi a pensare che a sto punto conviene diventare tutti bombaroli.

Mi spiace solo pensare che quel bagno di umiltà che la sinistra (e il PD) dovrebbero farsi non sarà sufficiente. Non sarà sufficiente l'addio di Bertinotti, la polverizzazione dei socialisti, la trombata generale a sinistra e la netta minoranza del PD in parlamento.

Etichette: ,

1 Comments:

Blogger Ripe dice...

Sigh sigh...
Il mio sfogo sul blog è stato più d'istinto e meno ponderato!

21/4/08 15:10  

Posta un commento

link a questo post:

Crea un link

<< Home