30.10.07

ricordando il centrodestra...

quando la sinistra non va; quando ti ha deluso al governo, e sta anche per cadere (mi verrebbe da dire finire), può esser utile ricordarsi del centrodestra al governo, per capire che in fondo è meglio così; che forse ci dovremmo accontentare; e che più di ogni altra cosa dovremmo salvare questo governo, fosse anche per il rotto della cuffia, fosse malamente, magari con un ribaltone.

Il centrodestra è il male, perché quando era al governo...

ha finanziato la scuola privata; ha riformato la scuola malamente, con la coscienza di facilitare le private;
ha facilitato il lavoro privato dei medici, anche se ospedalieri, aiutando il privato a scapito del pubblico nella sanità;
ha reso possibile l'esplosione di università fasulle in tutta Italia ed ha consentito le lauree truffa con la conversione dell'esperienza lavorativa in crediti formativi;
ha tagliato drasticamente la ricerca strafinanziando un centro di ricerca amico di Tremonti e lasciando che alcuni centri di prestigio non avessero nemmeno i fondi per pagare la bolletta elettrica;
ha in breve facilitato in ogni modo il privato nei confronti del pubblico, e ci siamo sentiti dire che il modello da imitare (nella previdenza sociale come nell'istruzione e nella sanità) è il modello statunitense.
Quello statunitense è un modello mostruoso, che nessuno (se non ricco) può pensare di volere. Nondimeno i voti il centrodestra li prende eccome...

ha detto che le tasse, se troppo alte, è giusto non pagarle;
ha condonato l'incondonabile; ripetutamente;
ci ha ricordato che con la mafia ci si deve convivere;
ha introdotto una quantità di nuovi contratti atipici che hanno lasciato il via libera definitivo alla precarietà (dato che nel frattempo smantellava il welfare...);
ci ha regalato (al grido di "abbassiamo le tasse") una finanziaria di rigore, con forti tagli ai bilanci ovunque ed un debito pubblico accresciuto;
ha varato la Bossi-Fini sull'immigrazione (risultati zero, ingiustizia tanta);
ha infilato nel pacchetto sulle Olimpiadi la Fini-Giovanardi sulle droghe, che ha ridotto le dosi di cannabis, ma ha aumentato le dosi di cocaina; equiparando un consumatore ad un criminale;
ha gestito il G8 di Genova nel peggiore dei modi possibili sospendendo lo stato di diritto (basta vedere cosa dice in proposito Amnesty International);
ha avvicinato l'Italia agli Usa spaccando l'Europa (ed allontanandosi da essa);
ed ha reso l'Italia l'ennesima ancella degli Stati Uniti;
ha avvallato l'invasione dell'Iraq inviando truppe altamente esposte al pericolo, per fornire aiuto agli Stati Uniti (esercito occupante ed aggressore); le Nazioni Unite sono arrivate dopo, non dimentichiamocelo;

serve altro?!
Mastella, ti prego, fa il buono; Di Pietro, Dini, ve lo chiedo per piacere...

Tag: , , , ma anche solo

Etichette: ,

2 Comments:

Anonymous Massimiliano dice...

Il fatto che si debbano accettare comportamenti scandalosi solo per evitare che torni il centrodestra a me pare un ricatto, sinceramente.

E di conseguenza il Governo arriva a poter fare ciò che vuole, grazie a questo. Come tracciare la linea tra il sopportabile e il non più sopportabile? Come rendersi conto di quando viene oltrepassata?

E il fatto che un partito sia costretto a tradire le aspettative dei suoi elettori e porre fine alla propria coerenza per questo motivo lo trovo poco accettabile.

30/10/07 17:13  
Blogger piero tasso dice...

ti do ragione...

ma oggi in treno mi è venuto male; quando ho tempo tento un raffronto con ciò che ha fatto il governo attuale e ciò che speravo, in modo da chiarire quello che vorrei (non voglio andare alle urne, se significa far tornare Mr. B)

30/10/07 19:33  

Posta un commento

link a questo post:

Crea un link

<< Home