8.12.06

sì, va bene (no, ho detto di no!)

Mi sa che stare in Iran non fa bene a nessuno... Ahmadinejad quando parla al popolo le spara così grosse che inizia a diventare persino imbarazzante; quando invece si rivolge alla comunità internazionale, tendenzialmente, riesce a tranquillizzare, se non proprio il governo statunitense, quantomeno il Consiglio di Sicurezza e l'Unione Europea...
Oggi è il turno del premier palestinese, Ismail Haniyeh, che non teme di smentirsi parlando al popolo iraniano, affermando che "il governo guidato da Hamas non riconoscerà mai Israele".
Questo mutar di registro a seconda della platea è interessante, ma inizia a diventar anche poco opportuno se si considera che qui non si cambia solo di registro, ma proprio di significato; una comunità internazionale seria non si fa prendere per il naso da certi cambiamenti di opinione.
Ma chi è la comunità internazionale seria? Gli Stati Uniti che perseguono solo i loro esclusivi interessi (riuscendo anche a darseli sui piedi, i loro interessi)? L'ONU che non riesce nemmeno a diventare indipendente dai superstati? Oppure una Unione Europea che passa le giornate a stabilire "quale debba essere il calibro dei piselli per poterli chiamare piselli" (citazione non mi ricordo se da un berluschino, da un film su un premier di destra, o da Berlusconi in persona; frase che purtroppo funziona davvero)

Etichette:

0 Comments:

Posta un commento

link a questo post:

Crea un link

<< Home