2.10.06

verona!

un altro raduno è fatto, ormai sono al sesto ed intendo continuare così! Un raduno wikipediano è una cosa incredibilmente interessante: vedere di persona la varietà che caratterizza wikipedia;

* da Lugano a Trapani (e tra qualche mese ci mettiamo pure un dominicano d'adozione)
* dai tredici agli ottanta anni (l'ultima è approssimata, ok...)
* una grande varietà di professioni e studi, di idee ed esperienze, di idee politiche etc.
* una grande varietà di patologie mentali :-D (perché è noto, la quasi totalità dei wikipediani molto attivi non è proprio a posto)

L'atmosfera che ne nasce è sempre piacevole, interessante, divertente e coinvolgente (ok, la pianto). Poi è l'unica occasione che ho per vedere posti più o meno nuovi... altrimenti non mi schiodo mai da casa.

resocontino:

Innanzitutto la partenza all'ultimo minuto, stavo per arrivare lì senza sapere assolutamente nulla del punto di ritrovo, di come raggiungere l'ostello etc.
In stazione rivedo i primi wikipediani, qualcuno ormai è una vecchia conoscenza, altri sono comunque facce già note; pochi i wikipediani che non avevo ancora conosciuto di persona, ma non sono mancati nemmeno stavolta.
La visita di Verona è stata molto interessante, abbiamo visto soprattutto monumenti fuori dagli itinerari turistici standard e questo è quasi sempre un bene; solo alla partenza per tornare a casa mi son reso conto che non avevamo nemmeno visto l'arena!!!
Il cibo, elemento fondamentale di ogni buon raduno, è stato "ottimo ed abbondante" (cit.), nel pranzo di domenica è stato pure favoloso, con tanto di elemento matto al ristorante. Inoltre le gran camminate non hanno fatto altro che rendere questo cibo ancora più adorabile...

Concludendo, non vedo l'ora che arrivi il prossimo (sperando di riuscire ad esserci) e non vedo l'ora di organizzarne uno a Padova, quando i tempi saranno maturi.

Etichette:

2 Comments:

Anonymous Frieda dice...

Miiiii..non ci posso credere.. pure il tasso mi diventa blogger :-P

cmq Palantir lo sai chi è.. un ex admin, acido quanto basta, colui che per primo ha coniato la malvagità dei chattaroli.. ;-)

3/10/06 08:23  
Blogger piero tasso dice...

oohhh!!!!! dicevo bene che è un mito! :-)

3/10/06 11:01  

Posta un commento

link a questo post:

Crea un link

<< Home